Google manda in pensione il crawler per i vecchi cellulari

Scritto il

La tecnologia mobile avanza a passi da gigante e Google manda in pensione la versione di Googlebot appositamente progettata per indicizzare i contenuti sui cosiddetti “feature-phones“, dispositivi mobili limitati, antenati degli attuali potentissimi smartphones.

“Feature-phones”, WAP e WML

Dal momento che tali “feature-phones” stanno progressivamente uscendo di scena, soppiantati dai nuovi e sempre più intelligenti telefonini, la maggior parte dei siti web ha di conseguenza smesso di fornire contenuti compatibili secondo i gli oramai obsoleti protocolli Wireless Application Protocol (WAP) e Wireless Markup Language (WML). Da qui la decisione di Google di stoppare l’attività del Googlebot specializzato nella ricerca di materiale per “feature-phones”.

Le conseguenze di tale scelta saranno riscontrabili anche nella “Search Console” di Google dove sparirà ogni riferimento a riguardo. In particolare non ci sarà più la funzione “Visualizza come feature-phone” e il report di errori di scansione dedicato.

15-1455541374-nokia-refurbished-1100Nel dare l’annuncio Google consiglia comunque ai webmaster di utilizzare il seguente particolare tipo di markup per indirizzare gli utenti “feature-phone” al contenuto ottimizzato correttamente per il loro dispositivo:

<link rel=”alternate” media=”handheld” href=”[current page URL]” />

Resta inteso che nessuno di questi cambiamenti influenzeranno gli smartphones, in quanto, come già detto, riguarderanno unicamente la scansione ed elaborazione di contenuti sui vecchi telefonini “feature-phones”, fuori commercio e, da oggi, anche fuori da Google e dal web.