“Allo” la nuova app di messaggistica firmata Google

Scritto il

Google lancia “Allo” la sua applicazione di messaggistica che si propone di fare un passo in avanti nelle app rivolte alle “conversazioni”:

Google Allo, per Android e iOS, consentirà di pianificare le proprie attività, trovare informazioni, ed esprimere se stessi più facilmente in chat. Allo è un’applicazione “intelligente” e più la si utilizzerà la, più questa si migliorerà incamerando dati sull’utente utili a fornire le informazioni giuste al momento giusto.

Google AlloRisposta rapida con Smart Reply
Google Allo rende più facile la possibilità di rispondere rapidamente e mantenere viva la conversazione, anche quando sei in movimento. Con Smart Reply, è infatti possibile rispondere a messaggi con un solo tocco, in modo da poter inviare un “Sì” rapido in risposta ad un amico che chiede “Sei sulla strada giusta?”

smartreplySmart Reply suggerire le risposte anche per le foto. Se il tuo amico ti invia una foto del loro animale domestico, Smart Reply avrà la “giusta” risposta pronta e migliorerà nel tempo in base alle informazioni raccolte.

blog-image-screens-6

Esprimi te stesso con foto, emoji e adesivi
Le chat non sono solo testo e per questo con Google Allo sarà possibile selezionare diverse emoji e aumentare o diminuire la dimensione del testo in maniera semplice ed immediata trascinando il tasto “invia” su o giù. Come si legge sul blog ufficiale di Googlesarà possibile scarabocchiare le foto prima di inviarle” ed il team di Allo “ha lavorato con artisti e studi di tutto il mondo per creare più di 25 confezioni di adesivi personalizzati originali, perché a volte un “bradipo in sella a una pizza” dice tutto“.

L ’intelligenza artificiale e l’assistenza

Ma la vera novità di Google Allo sarà l’intelligenza artificiale. La chat prevede infatti un’integrazione completa con l’assistente di Google con cui sarà possibile comunicare in ogni momento, anche quando stiamo parlando con un amico. Per farlo sarà sufficiente digitare @Google e subito l’assistente virtuale interverrà per interagire con entrambi.

Sarà possibile rivolgersi all’assistente Google per qualsiasi domanda: dalla politica allo sport fino al meteo, alle condizioni del traffico fino ai consigli sui luoghi da visitare, locali notturni e bar, serate in discoteca, farmacie e cosi via

Privacy

Google ha dichiarato che chat saranno completamente crittografate, quindi saranno protette non solo le conversazioni ma anche tutte le altre informazioni richieste a @Google. In più, è prevista la possibilità di utilizzare la modalità “Incognito” (quella presente sul browser Chrome) che permette di non lasciare traccia dei messaggi inviati.

Nonostante ciò, contro Allo si è scagliato niente di meno che Edward Snowden, l’ex tecnico della Cia, noto per aver svelato al mondo intero il programma di sorveglianza messo in atto dal governo degli Stati Uniti, che attraverso il suo account Twitter , ha invitato a non scaricarla:

«Oggi gratuitamente disponibile per il download: Google Mail; Google Maps e Google sorveglianza. Questa è Allo, non utilizzatela»

Il motivo? come riporta La Stampa:

“Una falla nella sicurezza che metterebbe a serio rischio la privacy degli utenti. Secondo Snowden, infatti, l’integrazione tra la chat di messaggistica istantanea e l’assistente “intelligente” di Google conserverebbe in modo permanente le chat rendendole così sempre accessibili a Mountain View e a disposizione, in caso di indagini, delle agenzie governative. Un sorta di «sorveglianza Google» per Snowden che sui social rincara la dose scrivendo di «un applicazione che memorizza ogni messaggio che mandi rendendolo disponibile alla polizia su richiesta».

In realtà come abbiamo visto un modo per mettere al sicuro i propri dati c’è: si può attivare Allo con la modalità “incognito” oppure cancellare manualmente le conversazioni per rendere così impossibile a Google l’intercettazione del contenuto dei messaggi.

.